Realtà Virtuale o Realtà Aumentata?


"Il contrario del gioco non è ciò che è serio, bensì ciò che è reale" Sigmund Freud

Il 2016 è stato l’anno che ha lanciato, in modo diffuso, la Realtà Virtuale (VR) e la Realtà Aumentata (AR).

Le due tipologie di superamento dei confini della “realtà attuale” sono molto diverse tra di loro e offrono esperienze molto diverse.

The Void

La Realtà Virtuale (virtual reality, VR) offre la possibilità di vivere un’esperienza  immersiva in un altro mondo, una realtà totalmente diversa dalla nostra, attraverso l’utilizzo di visori e sensori dedicati. Attraverso la tecnologia VR, sempre più aggiornata e sofisticata è possibile trovarsi all’interno della savana africana, in una casa infestata da spettri inquietanti oppure salire sulle montagne russe più ripide del mondo.

Ovviamente affinché la realtà virtuale sia veramente efficace e quindi capace di trasferirci in un “mondo alternativo” è necessario che tutti i nostri sensi siano di fatto ingannati. Grazie al continuo sviluppo della tecnologia oggi sono presenti sul mercato varie soluzioni per godere di un’esperienza di VR: le piattaforme più famose sono sicuramente Oculus Rift, HTC Vive e la Playstation VR ma esistono visori disponibili per varie fasce di prezzo ad esempio i Google Cardboard o i Samsung Gear VR che si avvicinano molto alle piattaforme al top di gamma.

La Realtà Aumentata (Augmented Reality, AR) invece non ci catapulta in un mondo alternativo ma ci consente di avere informazioni utili sommate, attraverso un’interfaccia grafica, alla realtà attuale. In questo caso  non servono necessariamente dei visori ma dei dispositivi in grado di “aggiungere” dei dati che vengono sovrapposti a ciò che osserva l’utente invece che obbligarlo a guardare un ulteriore supporto visivo. La realtà aumentata ha avuto i suoi impieghi iniziali nell’ambito militare e della ricerca e solo da poco tempo è entrata negli smartphone e nell’ambito del gaming.

Le frontiere che separano la nostra realtà dagli infiniti mondi che possono essere creati attraverso lo sviluppo della tecnologia non sono ancora state esplorate nella loro interezza. Nel mondo sono moltissime le sperimentazioni che tentano di catapultare gli utenti all’interno di mondi virtuali e farli interagire con i contesti creati, un esempio che ci ha incuriosito è The Void, attraverso di esso i partecipanti possono vivere un’ avventura incentrata nell’ iper-realtà dove il mondo reale e quello digitale si fondono fra di loro. Non è facile descrivervi un’ esperienza come questa quindi vi consigliamo di vedere il video del progetto di The Void.

© 2018 Quota Group Srl - P.IVA 01433820428
Privacy Policy   Cookie Policy